Arte Fiera festeggia i 40 anni con 58.000 visitatori, il 10% in più rispetto al 2015.

Arte Fiera 2016 ha registrato ben 222 espositori (190 le gallerie di cui il 16% straniere), più di 2000 opere e oltre 1000 artisti che hanno attirato collezioni, operatori del settore e appassionati d’arte.

In Fiera oltre 1.400 giornalisti accreditati, 200.000 click sui post della pagina ufficiale di Facebook, 170.000 le interazioni su Twitter, 20.000 volte utilizzato l’hashtag #artefiera, picco di ascolti per le oltre 36 ore di dirette Rai e Radio Rai dal palcoscenico di Arte Fiera.

Annamaria Gambuzzi, Presidente dell’Associazione italiana delle Gallerie d’Arte Moderna, ha commentato: “Direi che anche quest’anno non possiamo lamentarci. I commenti e i risultati sono stati più che positivi, sia per quello che riguarda l’arte più classica che per quello che riguarda i giovani artisti, con interesse perciò per il passato e per il futuro contemporaneamente. Il pubblico è stato numeroso e di qualità, le gallerie hanno registrato con grande soddisfazione presenze importanti del mondo dei collezionisti. Insomma, direi un buon quarantesimo compleanno!”.

Quest’anno più che mai Arte Fiera ha dimostrato di essere il punto d’incontro di quelle correnti e di quei movimenti che hanno fatto il successo internazionale degli Italian Sales negli ultimi anni.

I numeri attestano che Arte Fiera ha offerto ai visitatori un percorso ideale tra correnti e movimenti che hanno segnato il corso della storia dell’arte internazionale. Dal Futurismo alla Metafisica, passando per l’Arte Cinetica, la Pittura Analitica e l’Arte Concettuale, e fino all’Arte Povera e alla Transavanguardia.

La Main Section ha permesso al pubblico di ammirare non solo opere dei grandi maestri italiani come, ad esempio, Giacomo Balla, Giorgio de Chirico, Giorgio Morandi,Lucio Fontana, Alberto Burri, Emilio Vedova, Enrico Castellani, Piero Manzoni, Enrico Castellani, Turi Simeti, Michelangelo Pistoletto, Alighiero Boetti, Mario Schifano. Ed ancora, tante icone internazionali come Pablo Picasso, Fernando Botero, Yves Klein, Joseph Kosuth, Joan Mirò o Hans Hartung. Fino ad arrivare ai protagonisti delle scena internazionale più attuale come Gina Pane, Daniel Buren, Manolo Valdés, Rebecca Horne, Ai Weiwei, Nick Cave, Jaume Plensa.

Tante le istituzioni di fama mondiale in Fiera come la Fondazione Rembrandt (Den Haag, Paesi Bassi), il Guggenheim di Venezia, la Pinacoteca Agnelli di Torino, Club Italia, Museo Maxxi di Roma, Fondazione Ratti di Milano, Mathaf Museum (Doha Qatar), Deloitte Collection di Milano, Carige Private Bank, Banca Intesa San Paolo, Unicredit Wealth Management, Consolato degli affari e della Cultura dell’ Ambasciata di Germania, Commonwealth of The Bahamas che testimoniano il coinvolgimento non solo del privato alla manifestazione.

IMG_6848Arte Fiera Bologna – Barbara Paci Gallery – Aron Demetz, Memoridermata, 2014

L’arte e la cultura ha invaso anche la città di Bologna con la quarta edizione di Art City, programma di manifestazioni e mostre nato dalla collaborazione con il Comune di Bologna per affiancare l’annuale edizione di Arte Fiera con iniziative culturali e proporre l’esplorazione di Musei e luoghi d’arte in città con grandi esposizioni che quest’anno ha coinvolto le principali Gallerie d’arte contemporanea di Bologna. Con oltre 200 eventi e migliaia di visitatori Art City e Art White Night Bologna, Bologna si conferma la capitale dell’arte moderna e contemporanea in Italia durante i giorni di Arte Fiera.

Ottimi risultati anche per ARTEFIERA 40, progetto espositivo in mostra fino al 28 marzo, a cura di Giorgio Verzotti e Claudio Spadoni, che ripercorre la storia della Fiera dalla sua fondazione. La mostra si articola a partire dalla Pinacoteca Nazionale di Bologna, dove è esposta una selezione di capolavori provenienti dai veri protagonisti dell’evento, le Gallerie, per completarsi negli spazi della Collezione Permanente del MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna, dove è presentata una selezione di opere acquisite da BolognaFiere, dai maestri indiscussi degli anni Settanta fino a esponenti delle nuove generazioni.
Tra gli appuntamenti di questi giorni va ricordata la proiezione in anteprima nazionale del capolavoro di Mattew Barney, River of fundament; l’evento speciale organizzato da BolognaFiere in collaborazione con il Teatro Comunale di Bologna, ha incantato 800 spettatori per oltre 6 ore e che ha raggiunto il soldout delle vendite dei biglietti in soli due giorni dall’apertura.

Un successo indiscusso che dimostra la capacità di Arte Fiera di rinnovarsi di anno in anno garantendo sempre un’eccellente qualità e una vasta offerta di servizi ed eventi. Tanti auguri Arte Fiera!

 

Paola Sacconi

 

Copertina: Arte Fiera Bologna – Pack Gallery

Questo articolo è disponibile anche in Inglese