Con l’espressione “Diritto dell’Arte” si fa riferimento a quel complesso sistema giuridico che, a titolo esemplificativo e non esaustivo, disciplina la circolazione delle opere d’arte, la proprietà intellettuale, la tutela del patrimonio artistico e i rapporti tra i professionisti del settore. Parlando di Diritto dell’Arte non si può non fare cenno al cosiddetto “Diritto di seguito”.

Il Diritto di seguito, introdotto nel nostro ordinamento con il D.lgs. n.118 del 13/2/2006, consente all’artista di percepire una percentuale sul prezzo di vendita delle proprie opere in occasione delle vendite successive alla prima.
Il compenso, solitamente a carico del venditore, è dovuto solo quando alla compravendita prende parte come acquirente, venditore o intermediario, un professionista del mercato dell’arte (case d’asta, gallerie, mercanti d’arte, ecc.).
Tale compenso viene incassato dalla S.I.A.E. (Società Italiana Autori ed Editori) indipendentemente dal fatto che l’artista sia associato o meno a tale ente. Successivamente, la S.I.A.E. provvederà a versare il corrispettivo all’autore interessato.
Vediamo in dettaglio quando e come si applica il diritto di seguito.

Sono soggette al diritto di seguito le seguenti opere:

  • originali delle opere delle arti figurative come quadri, collages, dipinti, disegni, incisioni, stampe, litografie, sculture, arazzi, ceramiche, le opere in vetro, fotografie e gli originali dei manoscritti;
  • copie delle opere delle arti figurative prodotte in numero limitato dall’autore stesso o sotto la sua autorità, purché numerate, firmate o debitamente autorizzate dall’autore.

In ogni caso, la dichiarazione alla S.I.A.E. deve essere fatta dai professionisti del mercato dell’arte, a prescindere dal fatto che intervengano nella vendita in qualità di venditori, acquirenti o intermediari.
Il compenso è calcolato in percentuale sul prezzo di ogni vendita (al netto dell’IVA) e non può essere comunque superiore a € 12.500,00.

La percentuale da applicare è quella indicata dalla legge sulla base di scaglioni di valore:

  • 4% per la parte del prezzo di vendita compresa tra € 3.000,00 e € 50.000,00;
  • 3% per la parte del prezzo di vendita compresa tra € 50.000,01 e € 200.000,00;
  • 1% per la parte del prezzo di vendita compresa tra € 200.000,01 e € 350.000,00;
  • 0,5% per la parte del prezzo di vendita compresa tra € 350.000,01e € 500.000,00;
  • 0,25% per la parte del prezzo di vendita superiore a € 500.000,00.

Il diritto di seguito però non si applica nei seguenti casi:

  • nelle vendite in cui sono coinvolti solo privati e, quindi, non intervengono professionisti del settore in qualità di acquirenti, venditori o intermediari;
  • quando il valore dell’opera o del manoscritto oggetto di compravendita è inferiore a € 3.000,00 (al netto dell’imposta);
  • quando il venditore professionista ha acquistato l’opera direttamente dall’autore nei tre anni precedenti la vendita ed il prezzo di quest’ultima non supera € 10.000,00 (al netto dell’imposta). In questo caso bisogna tener presente che la vendita si presume fatta oltre i tre anni dall’acquisto, salvo prova contraria fornita dal venditore;

Beneficiano del diritto di seguito tutti gli autori italiani e della Comunità Europea. Lo stesso diritto viene riconosciuto agli autori extracomunitari secondo il principio di reciprocità che si realizza quando la legge della nazione straniera prevede lo stesso diritto a favore degli autori italiani. Si prescinde dalla reciprocità per gli autori extracomunitari abitualmente residenti in Italia.

Il diritto di seguito è un diritto inalienabile e non può mai essere oggetto di rinuncia. Tale diritto dura tutta la vita dell’autore e per i settant’anni successivi alla sua morte (in tal caso ovviamente ne beneficiano gli eredi) e si applica anche nel caso in cui le opere siano anonime o sotto pseudonimo.

 

Luca Poli
Maelström Art Gallery

 

I contenuti informativi contenuti in questo articolo sono da considerarsi di carattere generale e, quindi, non sostituiscono la consulenza specifica di un professionista. L’autore non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali errori od omissioni. 

http://www.maelstromart.it

Copertina: Vincenzo Todaro, (un)memory 246 family, olio e acrilico su tela di juta, 200X150, 2013

Questo articolo è disponibile anche in Inglese