Wynne Greenwood presenta Kelly. Una mostra e sei mesi di residenza che dimostrano come l’arte possa essere un metodo di presa di coscienza dei diversi ruoli che siamo chiamati a interpretare all’interno della società contemporanea.

Wynne Greenwood è un’artista che spazia dal video alla performance, nei suoi lavori indaga profondamente sulla costruzione del sé e su come la soggettività si forma all’interno degli spazi pubblici e privati, sempre in relazione con l’altro, sia esso reale o immaginato. Greenwood è conosciuta al grande pubblico per il lavoro Tracy + the Plastics nel quale ella interpreta contemporaneamente il ruolo di 3 componenti di una band al femminile: Tracy, Nikky e Cola in un tour iniziato nel 1999 e terminato alla fine del progetto nel 2006.

Kelly è una mostra e un percorso di sei mesi di residenza al New Museum di New York nel quale parte da un nuovo e non ancora immaginato personaggio che ruota intorno alla band per presentare un archivio di Tracy + the Plastics ora completo, rimesso in scena e sistemato per l’occasione.

Tracy + the Plastics, Can You Pause That for a Second?, 2003/2014 (still). Performance and video, sound, color; 25:11 min. Courtesy Wynne Greenwood and Fourteen30 Contemporary, Portland

Tracy + the Plastics, Can You Pause That for a Second?, 2003/2014 (still). Performance and video, sound, color; 25:11 min. Courtesy Wynne Greenwood and Fourteen30 Contemporary, Portland

La mostra estende e contestualizza un lavoro dai profondi contenuti sociologici, l’artista ha infatti nel corso degli ultimi due anni lavorato febbrilmente al fine di produrre video che costruissero una storia della band e delle sue performance, prima di allora priva di qualsiasi documentazione. Il suo approccio dà vita a un insolito oggetto archivistico, composto da filmati originali di Nikky e Cola accompagnato da nuove performance registrate che vanno a formare una decade di esperienza vocale di Nikky e le sue compagne.

Mettendo inoltre in dialogo questo archivio con la produzione più recente dell’artista, la quale esplora il suo interesse più intimo che lei chiama “guarigione culturale”, questa mostra presenta la serie More Heads, tuttora in esecuzione, si tratta di un corpus di sculture rappresentanti personaggi in forma simbolica e decostruzionista. Questo lavoro considera anche la poetica delle pause che avvengono all’interno di una conversazione, durante le quali si cerca di estrarre dagli spazi vuoti nuovi significati in grado di offrire possibilità per l’ambito femminista, queer e modelli sperimentali di collaborazione e dialogo.

Ilaria Carvani

 

Link: www.newmuseum.org/exhibitions/view/wynne-greenwood-kelly

Cover image: Tracy + the Plastics, Parts, 2001/2014 (still). Performance and video, sound, color; 26:28 min. Courtesy Wynne Greenwood and Fourteen30 Contemporary, Portland

 

Kelly, Wynne Greenwood, New Museum New York

Dal 16 settembre 2015 al 10 gennaio 2016

Questo articolo è disponibile anche in Inglese